Chiedi un preventivo
Home  |  Chi Siamo  |  Come acquistare  |  I nostri Tecnici  |  I nostri Installatori  |  Lavori con Noi  |  Contatti


Descrivici i tuo progetto e gratuitamente una equipe di nostri esperti ti seguirà inviando consigli, informazioni, suggerimenti o un preventivo personalizzato.
CLICCA QUI


  Home  \  Materiali speciali \ Lo scarto si trasforma in risorsa \ The Meat Project
La tematica dello spreco di cibo è sempre molto attuale. Negli ultimi anni i supermercati e i gestori di piccole botteghe alimentari e di ristoranti stanno pian piano realizzando una controtendenza, cercando di limitare il problema dello spreco di cibo ricavando ad esempio uno spazio con tutti gli alimenti a breve scadenza in sconto oppure regalando il pane rimasto ai più bisognosi ma anche dando a metà prezzo tutto quel che è rimasto nel bancone di un bar ad esempio.
Pare quindi che qualche passo in avanti lo si sta compiendo. Nonostante questo però il problema permane.
Da questo assunto nasce il progetto “The meat project” a cura di Atelier Montè e lo studio di design di Isaac Monté, un designer belga. La filosofia che sta alla base dei suoi lavori è strettamente connessa e relazionata ad aspetti sociali, ecologici ed economici del periodo storico che si sta vivendo.
Il suo ultimo progetto affronta la tematica dello spreco di cibo, focalizzandosi maggiormente su quello relativo alla carne. Egli ha utilizzato carne scaduta prelevata da supermarket ed in laboratorio l’ha decellularizzata; mediante questa procedura, che attualmente è quella maggiormente diffusa per la rigenerazione di tessuti, la carne perde tutta la sua componente cellulare, divenendo quasi color latte e acquisendo una consistenza gommosa. L’impatto visivo rimanda al marmo, mai si potrebbe credere che si tratti di carne!  Non appena questo processo è terminato, il materiale ricavato diventa altamente modellabile e può essere asciugato, dipinto, allungato etc. In questo modo realizza opere di design come lampadari, luci da tavolo, barattoli e suppellettili da arredamento. La loro forma è ispirata da Escherichia coli, un batterio che vive nella carne e provoca il deterioramento di essa dopo un certo periodo.