Chiedi un preventivo
Home  |  Chi Siamo  |  Come acquistare  |  I nostri Tecnici  |  I nostri Installatori  |  Lavori con Noi  |  Contatti


Descrivici i tuo progetto e gratuitamente una equipe di nostri esperti ti seguirà inviando consigli, informazioni, suggerimenti o un preventivo personalizzato.
CLICCA QUI


  Home  \  Materiali speciali \ Pietre e derivati \ Selenite
Selenite o Lapis Specularis è una varietà di gesso cristallino che può essere facilmente tagliato in fogli naturali. È una pietra molto morbida che può essere graffiata facilmente con le unghie. È anche piuttosto flessibile e può essere piegata con una leggera pressione, per questo è piuttosto facile trovare delle “arricciature” chiamate formazioni corno di ram.
Questo materiale è anche conosciuto con il nome Satin Spar. In natura si presenta sotto forma di scaglie, trasparenti e traslucide che perciò vengono attraversate dalla luce; è proprio questa sua naturale caratteristica che dà origine al nome. Il nome selenite viene dalla parola greca Selene, che significa luna. I greci la utilizzavano per la fabbricazione di lastre trasparenti che avessero la funzione del vetro a quei tempi ancora sconosciuto. La luce che attraversava la lastra era per l’appunto simile a quella della luna. Più tardi anche i romani la utilizzavano con lo stesso scopo tant’è che a Roma le possiamo ammirare nelle vetrate della Basilica di Santa Sabina. I cristalli giganti nella Grotta di Naica sono uno spettacolo da ammirare. Qui la luce passa facilmente attraverso i cristalli creando un meraviglioso bagliore.
Selenite, nella sua forma naturale, può essere scavata per creare splendide lampade.
Le varianti più conosciute di questo minerale sono la Selenite e la rosa del deserto che evidenziano una struttura cristallina.
Selenite è incolore, a volte con tinte pallide a causa di inclusioni. È trasparente, traslucida ma talvolta appare opaca, ciò avvine quando presenta inclusioni come le formazioni rosa del deserto. Le località in cui si trova naturalmente questo materiale sono Stati Uniti, Brasile, Argentina, Messico, Giappone e Australia.
In Italia la selenite è molto diffusa nel territorio emiliano-romagnolo. Nel 2011 all'interno del Parco Regionale della Vena del Gesso Romagnola è stato identificata nella grotta della Lucerna la prima di una serie di miniere romane di lapis specularis. A Bologna il paesaggio circostante è dominato da colline di gesso/selenite le cui numerose cave hanno rifornito del prezioso minerale la città, che se ne è servita già dal periodo della dominazione romana. Esiste un'altra area di estrazione della selenite in Sicilia. La più elevata concentrazione di cave di lapis specularis in epoca romana è stata identificata in Spagna nei pressi della città di Segobriga, ma anche la Tunisia, Cipro e la regione della Cappadocia, nell'attuale Turchia, venivano sfruttate per l'estrazione del prezioso prodotto.



giochi di luce con Selenite

lastra di Selenite

rosa del deserto in Selenite

applicazioni di Selenite

lampadari in Selenite

tavolo in Selenite